ATTIVITA' 2007

Martedì  26 Giugno 2007

 

CICLISMO SU STRADA

Strepitoso exploit per l'atleta di Rossano che ha sbaragliato il campo nella categoria debuttanti: per lui volata vincente nel Bresciano.

 

 

 

Amatori, Chiminello

 

Campione del mondo

 

 

II neo iridato ha pianto all'arrivo: “La bici è sempre stata un divertimento, per questo ho lasciato l'agonismo”

 

II rossanese Mattia Chiminello, 17 anni, alfiere della società Vp Parolin di Rosà, si è aggiudicato il campionato mondiale di ciclismo su strada per amatori nella categoria debuttanti. La corsa iridata si è disputata sabato a Verolanuova (Brescia), in un circuito di 21,6  km, da percorrere due volte. Al via, oltre una trentina di ciclisti tesserati Udace, Fci e Uisp, italiani ed esteri. Chiminello, che appena una settimana fa aveva colto l'argento ai campionati tricolori Udace, è rimasto al coperto fino all'ultimo chilometro. Poi è scattato, nel semirettilineo  tra due curve in prossimità dell'arrivo, creando il vuoto alle sue spalle. E quando il gruppo ha tentato la rimonta, i giochi erano fatti. II vincitore ha tagliato il traguardo a braccia alzate e all'arrivo non ha saputo trattenere le lacrime.

 

“Vestire la maglia iridata - dice il neo campione del mondo, in questi giorni impegnato con gli esami professionali all'Enaip di Cittadella - mi da una gioia immensa. Sinceramente ho corso con la voglia di conquistare il titolo, ma non pensavo di farcela. II caldo, l'andatura sostenuta e il percorso infarcito di saliscendi, che ben si adatta alle mie caratteristiche di passista veloce, mi hanno agevolato. Dedico la vittoria a papà Marino, da sempre il mio primo tifoso, al presidente della Vp Parolin Enzo Mantoan e al nostro sponsor Gilberto Parolin”.

 

Chiminello ha coperto i 43 chilometri di gara in 1h 06' alla media di 39,363. La volata del gruppo e stata regolata dal varesino Riccardo Zacchi che ha battuto allo sprint il veronese Luca Biscetti. La notizia della vittoria di Mattia Chiminello si e subito sparsa a Mottinello Nuovo, la frazione dove abita, e sabato sera al suo rientro, è stato accolto con un grande applauso dai residenti. Ieri ha festeggiato l'iride concedendosi una giornata di relax in piscina a Rosà. E in serata la festa con gli amici nella sua casa, adobbata con striscioni e bandiere tricolori.

 

Chiminello è al suo primo anno tra gli amatori  ed ora punta al campionato provinciale, (circuito nel quale è in testa, quando manca una prova dal termine) regionale ed europeo. Finora ha disputato tre gare Udace, vincendole tutte. Fino all'anno scorso ha praticato l'attività agonistica, che ha lasciato da allievo, categoria nella quale ha ottenuto due successi e molti piazzamenti tra i quali il secondo posto al Gran Premio Cicli Mondial di Rossano.

“La bici - spiega Mattia, che ha cominciato a pedalare a 9 anni - è nel mio dna, ma l'ho sempre intesa come un divertimento e un modo per stare insieme. Correre per vincere a tutti i costi stava diventando impegnativo, così sono passato tra gli amatori”.

 

Gianni Trentin